Cosa vedere a Pisa


PIAZZA DEL DUOMO PISA La magnifica Piazza del Duomo raggruppa alcuni tra i principali monumenti religiosi della città, tanto da essere definita Piazza dei Miracoli: oltre alla torre, troviamo il Duomo, il Battistero ed il Campo Santo monumentale. Edifici, monumenti e musei rievocano il ricordo di un passato in cui Pisa è stata Repubblica Marinara e, per molto tempo, padrona indiscussa del Mediterraneo.

LA TORRE PENDENTE PISA Emblema della città di Pisa per via della sua caratteristica pendenza, la Torre è il monumento più celebre di Piazza del Duomo. Costruita tra il XII e il XIV secolo, la Torre pende perché il terreno ha ceduto già nelle prime fasi di costruzione e da allora è rimasta invariata. Si pensa che la Torre sia stata progettata da Diotisalvi, che nello stesso periodo costruiva il Battistero. La Torre di Pisa è stata proposta come una delle sette meraviglie del mondo moderno.

IL BATTISTERO DI PISA Il Battistero di Pisa è un altro degli edifici che formano il complesso monumentale di Piazza del Duomo. La sua costruzione, iniziata nel 1153, è opera dell’architetto Diotisalvi, come testimonia un’iscrizione su un pilastro interno, molte sculture della facciata invece sono state realizzate da Nicola Pisano e dal figlio Giovanni. La cupola esterna copre solo il giro interno dei pilastri e la mancanza di denaro sembra il motivo più probabile per cui è costituita da materiali differenti, per lo stesso motivo l’assenza di affreschi sul soffitto, previsti nel progetto originale. Il Battistero di Pisa è il più grande battistero in Italia.

IL DUOMO DI SANTA MARIA ASSUNTA PISA La Cattedrale di Pisa, dedicata a Santa Maria Assunta, è uno degli esempi più autorevoli dell’arte romanica pisana. L’architetto Buscheto, ha saputo fondere la tradizione classica ad elementi di arte normanna, bizantina, paleocristiana e araba, generando uno stile originale che ha anticipato il Rinascimento fiorentino. La sua costruzione iniziò nel 1064, in concomitanza con la ricostruzione della Basilica di San Marco a Venezia; è probabile che tra le due città siano intercorse rivalità anche sulla costruzione dei due edifici. L’attuale aspetto del Duomo è il frutto di continui interventi di restauro susseguitisi nell’arco dei secoli.

IL CAMPOSTANTO MONUMENTALE Il Camposanto Monumentale di Pisa pare sia luogo sacro perché i crociati portarono qui la terra santa presa sul monte Golgota, appena fuori Gerusalemme. Vi sono seppelliti i personaggi pisani più illustri e vi si trovano opere d’arte dall’età etrusca, a quella romana e medievale fino a capolavori del secolo scorso. Semplici mura di marmo bianco custodiscono le tombe dei defunti, le personalità più di spicco erano sepolte nel giardino centrale o nei sarcofagi romani, mentre sotto le arcate riposavano personalità meno prestigiose. Quando nell’Ottocento il Camposanto è stato risistemato, anche i sarcofagi sono stati spostati al coperto, cosicché attualmente tutte le sepolture sono sotto le arcate.

BASILICA DI SAN PIERO A GRADO Mirabile esempio di architettura ecclesiastica, precedente alla Cattedrale pisana, la basilica sorse in prossimità di uno scomparso scalo fluviale, chiamato Grado, dell'antico Porto Pisano, dove secondo la tradizione sarebbe approdato San Pietro nell'anno 44.

MUSEO DELLE NAVI ANTICHE DI PISA Nel dicembre del 1998, in occasione dei lavori per la costruzione di uno snodo ferroviario, sono emerse tracce di antiche imbarcazioni, resti di un porto urbano in perfetto stato di conservazione. La mancanza di ossigeno e di falde sotterranee, infatti, ha evitato il deterioramento di questi reperti. La straordinarietà della scoperta è stato il motivo per cui si è deciso di esporre al pubblico i rinvenimenti. Il cantiere è diventato, così, un vero e proprio museo.

I LUNGARNI DI PISA i Lungarni ospitano importanti edifici, risalenti al medioevo, trasformati nel corso dei secoli. Per quanto palazzi, ponti, torri e chiese assumano oggi un aspetto rinascimentale, non deve sfuggire la struttura di impronta medievale. Tra i vari lungarni, il più noto è quello mediceo che ospita i maggiori edifici storici della città, come il Palazzo dei Medici, il Palazzo Toscanelli e la Chiesa di San Matteo in Soarta. Dall'altra sponda il lungarno Gambacorti ospita il Palazzo del Comune, La famosa Chiesa della Spina, piccola chiesa gotica fondata nel 1230 dalla famiglia Gualandi e La Chiesa di San Paolo a Ripa d'Arno, annoverata tra i capolavori del romanico pisano fondata intorno al 925. Ogni 16 giugno, in occasione delle celebrazioni del Santo patrono, i lungarni vengono illuminati da numerose fiammelle che esaltano i contorni di tutti gli edifici creando suggestivi giochi di luci e colori.